FORUMFORUM
Benvenuto nella community di crotonecalcio.com

 

Massimo Oddo  

  RSS

Italiano Medios
(@italiano-medios)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1347
01/11/2018 14:36  

Ho appena finito di ascoltare la conferenza stampa e devo dire che le mie impressioni (o sensazioni, se preferite), sono positive.

 

Per esperienza ho imparato a far miei alcuni dettagli delle interviste.

 

Quando si fanno domande agli allenatori e questi ultimi fissano il vuoto e iniziano a cantare a ruota libera di psicologia spicciola e motivazionale... beh, solitamente di pallone in senso tattico non ci capiscono una mazza: in parole povere, sono vuoti di contenuti.

 

Il calcio "scolastico" (inteso come universitario... "covercianese" insomma), è un regno così vasto che, non avere niente da pensare e comunicare all'esterno... è a dir poco drammatico.

 

Il biondo e l'ubriacone sono i massimi esponenti del nulla cosmico che ho appena descritto.

 

Quando ci si trova dinanzi a questi esimi scienziati, il tutto si traduce esclusivamente in "tenuta atletica".

 

Insomma, costoro potrebbero fare gli insegnanti di educazione fisica nei licei... ma gli allenatori... proprio... NO.

 

Invece, quando un allenatore riceve domande e lo vedi PACATAMENTE sicuro di sè, far pause, ragionare, studiare con lo sguardo, mistificare, nascondere, omettere, ma rispondere in modo persino poco comprensibile rispetto alla normale banalità dei succitati, significa il più delle volte che nella mente sta ipotizzando intere strutture calcistiche, valori tecnici dei calciatori, ma soprattutto conformazioni e dinamiche tattiche... cose DAVVERO così complicate da spiegare, che gli trapassano i neuroni in modo complesso, tanta è la carne da cuocere al fuoco... e chi ascolta lo può persino "avvertire" dall'espressione del volto di chi parla.

 

Niente a che vedere con la fuffa del "prima gli uomini poi i calciatori", "tirare fuori le palle", "ci vuole grinta", "conta prima la squadra, poi il singolo", "è soltanto un problema di testa", e inutili/ulteriori menate varie, che poi, finita l'aria fritta, vai a vedere una partita e ammiri gente che corre a caso e basta, mentre il pallone rotola o rimbalza nella noia suprema.

 

Cioè, manca proprio... il calcio, perché chi te lo deve insegnare non sa nemmeno di cosa si sta discutendo e da dove cominciare a COSTRUIRLO.

 

Ecco, ho seguito attentamente tutta la conferenza stampa e come per Juric, così per Zenga (un fenomeno veramente), anche per Oddo ho avuto quel "brivido di sostanza", di un qualcuno che, mentre gli si pone una banale domanda, non trascende mai nel vuoto pneumatico del parolame gretto, ma anzi costruisce l'idea calcistica nella sua mente, senza ovviamente accennare nulla di suo, lasciando però, a chi ascolta, la capacità di "percepire" quel rudimento tattico che ha in testa.

 

Perché l'allenatore NON È un motivatore.

 

L'allenatore È un TATTICO.

 

Il motivatore... il calcio l'ha concepito come HOBBY, tutto si ferma alle cazzate del "non mollare mai".

 

Per il tattico... la motivazione è soltanto la base minima da cui cominciare... perché poi inizia il VERO LAVORO, ci mancherebbe altro che si debba mollare, però poi devi pure sapere dove far viaggiare il pallone.

 

Ora... io non so come andrà a finire, perché è inutile dire che la lepre vince quasi sempre, e chi è tenuto a inseguire, ha la pistola puntata alla tempia (ciò genera pressione e errori banali che si possono pagare a caro prezzo); insomma, lo sappiamo tutti che oramai l'impresa è complicata coi cazzi.

 

Ma le mie prime impressioni/sensazioni rimangono positive.

 

E di solito evito di sbilanciarmi... se non le provo.

 

In bocca al lupo a TUTTI noi.

This topic was modified 2 settimane  fa by Italiano Medios
This topic was modified 2 settimane  fa by Italiano Medios

A zù totò piace
RispondiQuota
PV2016
(@pv2016)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1337
01/11/2018 15:15  

Nessuno mette in dubbio la capacità di Oddo di fare calcio.

Il limite di Oddo è proprio l'aspetto della tenuta psicologica nelle difficoltà, ricordo nitidamente quando a Udine dichiarò "non so più cosa fare per scuotere la squadra". Allora dimettiti.

Se non avesse questo limite, probabilmente adesso sarebbe sulla panchina di una Fiorentina.

Perché il calcio ce l'ha in mente, sa creare entusiasmo e piacere di giocare, fa divertire la squadra.

Il dubbio è sul ri-dare fiducia, Pescara e Udinese docent.

In ogni caso, per quello che può valere (zero o quasi) anche la mia sensazione sulla bontà delle chiacchiere è positiva.


RispondiQuota
zù totò
(@zu-toto)
Membro stimato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 273
01/11/2018 16:52  

A parte i tuoi riferimenti su Nicola, concordo su tutto.

Ho avuto modo di ascoltare la conferenza e le sensazioni sono state molto positive.

La scelta di Oddo fa capire le intenzioni della società. Non c'è bisogno di aggiungere altro. Tutti noi avremmo mandato via Stroppa già da un bel pezzo ma la società da un certo punto di vista va anche capita visto che aveva fatto un discreto investimento su quest'allenatore. Fortemente aspettato e voluto quest'estate. Dopo la gara contro la Salernitana il divorzio era inevitabile.

Ritornando ad Oddo non mi lascio condizionare dalle ultime esperienze. Con il Pescara in serie A la squadra era quella che era. E ad Udine è vero che nel girone di ritorno ha collezionato tutte quelle sconfitte (che per me non sono da ricondurre solo ad una questione tecnica) ma appena presa la squadra che si trovava nei piani bassi l'ha praticamente salvata facendo quella striscia di vittorie consecutive e rastrellando qualche altro punto qua e là. Mentre con il Pescara in B un campionato vinto ed una finale play off persa con un percorso in cui ha valorizzato e lanciato giocatori che ora militano in serie A.

Visto che peggio di così non possiamo fare, lasciamolo lavorare. Cerchiamo di fare più punti fino a Capodanno e poi si vedrà con il mercato. In conferenza è stato chiaro: ci sono 3 squadre che ci stanno sopra. Lo ha detto apertamente. Quindi aspettiamo che conosca e lavori con la rosa a disposizione. E chissà che cambiando ruolo a qualcuno o utilizzando qualcun altro ancora non visto, la soluzione per l'idea di squadra che ha possa essere già a portata di mano. Altrimenti vista la franchezza della conferenza stampa, immagino che il Presidente abbia promesso al mister che a Gennaio sarà possibile accontentarlo. Non credo che Oddo venga qui per passare il tempo. Altrimenti non avrebbe accettato. Parlare di serie A diretta oggi è alquanto utopistico. Obiettivo play off. Poi il resto si vedrà. A patto di iniziare a fare subito risultati.

This post was modified 2 settimane  fa by zù totò
This post was modified 2 settimane  fa by zù totò
This post was modified 2 settimane  fa by zù totò

RispondiQuota
Italiano Medios
(@italiano-medios)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1347
01/11/2018 17:34  

bene.

tralasciando anche io il NONcalcio, ora torno al calcio VERO e sintetico.

 

oddo, italiano medios, zu toto, pavia, gianni, beppe, galardo, la curva, insomma il crotone calcio in questo momento ha un unico vero nemico.

 

il subire un goal.

 

perché questa cosa, a una squadra ferita, con la nostra condizione di classifica e completamente disabituata al calcio, può far perdere ogni riferimento tattico, ripiombando nell'incubo in un istante.

 

ecco perché, come con zenga, così con oddo, il passato PESERÀ sul presente SEMPRE, quindi è inutile permettersi di contestare o criticare nelle prossime partite.

 

in questo momento, siamo come uno zoppo che ha la velleità di partecipare a una maratona, mentre gli altri sono sani e allenati.

 

per cui la fortuna avrà un ruolo decisivo.

 

purtroppo il crotone è costretto a VINCERE, che è la condizione più penalizzante per chi NON può permettersi di subire un goal.

This post was modified 2 settimane  fa by Italiano Medios
This post was modified 2 settimane  fa by Italiano Medios
This post was modified 2 settimane  fa by Italiano Medios

RispondiQuota
-paquito-
(@paquito)
Membro stimato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 325
01/11/2018 18:14  

il problema del subire gol è che non abbiamo una difesa all'altezza, il tanto vituperato nicola l'ava capit ca in difesa tenimm sul fragagghia


RispondiQuota
Mugiwara86
(@migiwara86)
Membro certificato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 96
02/11/2018 13:50  
Pubblicato da: -paquito-

il problema del subire gol è che non abbiamo una difesa all'altezza, il tanto vituperato nicola l'ava capit ca in difesa tenimm sul fragagghia

Ceccherini e Ferrari erano fragagghia?


RispondiQuota
Mikucutrunisi
(@mikucutrunisi)
Membro stimato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 328
02/11/2018 18:12  

Benvenuto Oddo ; ora pedalare per recuperare il terreno perduto .

mikucutrunisi


RispondiQuota
PV2016
(@pv2016)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1337
03/11/2018 17:28  

"Cercherò di mettere ogni giocatore nella propria posizione e di conseguenza verrà fuori un modulo".

This post was modified 2 settimane  fa by PV2016

RispondiQuota
kroton82
(@kroton82)
Membro stimato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 284
03/11/2018 19:08  
Pubblicato da: PV2016

"Cercherò di mettere ogni giocatore nella propria posizione e di conseguenza verrà fuori un modulo".

quindi si giocherà con l' 8-8-4 (convocati 20 calciatori di movimento)


RispondiQuota
crotonecalcio
(@crotonecalcio)
Amministratore Admin
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 908
13/11/2018 21:34  

Il biondo ce l'ha fatta.

Dopo un anno, va a Udine.

Fior di calcio alla Dacia Arena.


RispondiQuota
always1
(@always1)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1531
14/11/2018 09:29  

Già me lo vedo ITA al Dacia Stadium a sventolare l'Aquila Austriaca!!!


RispondiQuota
Share:

  
Caricamento in corso

Per favore Login o Registrati