FORUMFORUM
Benvenuto nella community di crotonecalcio.com

 

Stadio Ezio Scida " Pagano: tribuna e curva vanno smontate "  

Pagina 2 / 3 Indietro Avanti
  RSS

StRaNo_KR
(@strano_kr)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1506
26/06/2018 17:45  
 
 
Ufficio Stampa Comune Crotone
 
Comunicato stampa

Incontro con la Soprintendenza sull'Ezio Scida ed il nuovo stadio

Si è tenuto questa mattina a Cosenza l'incontro tra Comune, Società F.C. Crotone e Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio che aveva come oggetto lo stadio Ezio Scida ed il nuovo impianto sportivo che Comune e Società intendono realizzare.
All'incontro con il dott. Mariano Bianchi della Soprintendenza hanno partecipato il sindaco Ugo Pugliese, l'assessore all'Urbanistica SalvatoreDe Luca, l'assessore allo Sport Giuseppe Frisenda ed il presidente del F.C. Crotone Gianni Vrenna.
Un incontro che segna un dialogo importante tra le parti durante il quale sono state esplicitate le proposte che l'amministrazione Comunale e l'F.C. Crotone mettono in campo per la realizzazione della nuova struttura, per la quale Comune e società sportiva stanno lavorando da tempo.
Nel corso dell'incontro è stata evidenziata la volontà specifica di realizzare un nuovo stadio destinato ad ospitare le gare casalinghe della squadra che si pone come modello anche per rilanciare l'intera area dove sarà ospitato ed allo stesso tempo base per ottenere la proroga della concessione attualmente in essere per l'utilizzo dello stadio Ezio Scida nelle more della realizzazione del nuovo impianto
Gli incontri proseguiranno nei prossimi giorni ai massimi livelli istituzionali.
“Stiamo facendo il massimo, in sinergia con la società F.C. Crotone e con tutte le realtà istituzionali del territorio, per consentire alla città di avere uno stadio moderno ed ospitale ed allo stesso tempo per garantire il futuro immediato del prossimo campionato della nostra squadra come auspicano tutti i calorosi sportivi crotonesi e l'intera comunità cittadina. Nella Soprintendenza abbiamo trovato un interlocutore attento” ha dichiarato il sindaco Pugliese al termine dell'incontro.


RispondiQuota
Peppino Scandale
(@peppino-scandale)
Membro stimato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 390
18/07/2018 20:18  

Da CN24 18/07/2018

Nulla di fatto. La Sovrintendenza dice ancora no alla eventualità di poter giocare all’Ezio Scida. Nero su bianco è arrivata la comunicazione alle parti interessate, in questo caso il Comune ma anche la Procura di Crotone, contenente il nuovo niet di Mario Pagano, in pratica una diffida a procedere allo smantellamento.

Nei giorni scorsi, dopo l’incontro tra la stessa Sovrintendenza, l’Amministrazione e la società pitagorica, pareva essersi aperto uno spiraglio ottimistico, quello cioè di una nuova autorizzazione di tre anni all’utilizzo dell’impianto e dei relativi ampliamenti di tribuna e curva sud, sebbene categoricamente vincolata alla progettazione e realizzazione, durante lo stesso periodo, di un nuovo stadio (LEGGI).

Una eventualità in cui tutti speravano. Oggi invece, il Mibact “boccia” questa possibilità creando non pochi problemi, soprattutto allFc Crotone al momento appesa alla sentenza che potrebbe punire pesantemente il ChievoVerona e riammettere i pitagorici in Serie A (LEGGI).

Una riammissione - che qualora confermata - aumenterebbe ancor più i disagi per la squadra del presidente Vrenna, che si potrebbe probabilmente vedere costretta a disputare il prossimo campionato (in massima serie, ma a questo punto anche in Serie B) lontana da casa.

Era già successo due anni fa, dopo la promozione, e per alcune giornate: ma questa volta si suppone che i mesi di “separazione” potrebbero essere molti di più.

Intanto, proprio oggi scade l’autorizzazione provvisoria all’utilizzo dell’Ezio Scida, sulla cui richiesta di "proroga" avanzata dal Comune la Sovrintendenza si era già espressa a giugno, con un primo rifiuto motivato (LEGGI).

L’autorizzazione del 19 luglio 2016, va ricordato, fu infatti “condizionata” a delle precise prescrizioni: un cronoprogramma vincolante e sottoscritto dall’ente e dalla società calcistica in cui ci si impegnava, pena la revoca della “concessione”, ad un programma per la realizzazione di un nuovo stadio; alla demolizione del vecchio con la conseguente liberazione di tutte le aree vincolare e alla riqualificazione urbana della zona, comprese delle campagne di scavo archeologico.

Ma nulla di tutto ciò - in un lasso di tempo congruo di ben due anni, e ormai trascorsi - è stato fatto tanto dal Comune quanto dall’Fc Crotone, ognuno per le proprie competenze e responsabilità: a questo punto paritarie.

Da quanto appreso ancora in queste ore la società starebbe procedendo alla realizzazione di un piano di fattibilità per il nuovo impianto, propedeutico alla successiva progettazione.

Troppo tardi! Da domani ed in pratica, l’ampliamento dello stadio - che ha interessato la Tribuna Coperta con annessi servizi e spogliatoi, e la Curva Sud (la casa dei supporters rossoblù) - va smontato, così come era previsto, così come d’altronde ci si era impegnati a fare.

E l’Ezio Scida, dalla mezzanotte e un minuto di questo 18 luglio, potrà definirsi “abusivo”: il che potrebbe significare non solo che gli spalti ma anche le annesse strutture di servizio sottostanti, sarebbero


RispondiQuota
flix70
(@flix70)
Membro attivo
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 10
20/07/2018 13:21  

“Operazione verità sulla vicenda stadio”

E' in atto, è evidente, un programma drammaticamente diabolico che mira al totale isolamento del territorio e non ci riferiamo solo alla vicenda aeroporto. In queste ore il "no" del Ministero all'autorizzazione richiesta per mantenere le strutture realizzate nel 2016 per ampliare lo Stadio Ezio Scida, è la prova, qualora ve ne fosse bisogno, che lontano da Crotone, ma probabilmente con l'avallo di qualche natio del posto, si sta lavorando per far sprofondare la città nel baratro. Negare la possibilità alla città di godere della propria squadra di calcio, serie B o serie A che sia, significa amputargli entrambe le gambe. Non solo, non si vuole che Crotone vada speditamente verso lo sviluppo economico e sociale che le spetta, ma neanche che cammini: la si vuole supina e "a terra". Tant’è che non vorremmo che la notizia del diniego da parte del Ministero influenzi il giudizio del Tribunale federale che sta valutando la situazione del Chievo e quindi la riammissione del Crotone nella massima Serie. Comprendiamo che non tutti siano in grado di portare il fardello della responsabilità di governo, non tutti sono in grado di andare oltre i "no" gridati qua e là, ma notiamo che a qualcuno riesce invece benissimo nascondersi "dietro un dito", lo stesso dito che con estrema facilità e superficialità, punta contro chi invece lavora! Cara senatrice/archeologa a poco le serve evitare di esprimere la sua posizione sull'argomento, poco le serve dire che le sue missive alla soprintendenza risalgono a prima della sua elezione. La vogliamo rassicurare al riguardo: " La città, noi tutti, lo ricordiamo bene!" Ricordiamo come dal giorno dopo la sua candidatura ha evitato di dire realmente cosa pensa su questo argomento che invece è tanto caro a tutti i crotonesi. Sostenere che diano o non diano la proroga per lei non cambia nulla, è solo un modo per dire che a lei di questa città, dei suoi cittadini e dei suoi sentimenti “non gliene frega assolutamente nulla!” Cara senatrice/archeologa in queste ore sta ripetendo che il sindaco e questa amministrazione non hanno mantenuto la promessa fatta due anni alla soprintendenza, ma cara senatrice/archeologa non ci sta dicendo ancora una volta se ritiene giusto, oggi, smantellare lo Stadio. E soprattutto, si è mai chiesta se è stato giusto ad un sindaco neo eletto porre quelle condizioni che ha posto nel 2016 la Sovrintendenza. Non le è mai venuto in mente che quell’accordo, non richiesto piagnucolando, ma imposto dal “potente” di turno, assomigli stranamente ad un ricatto? O forse non si è fatta queste domande perché in quella fase lei ha interpretato altri ruoli in questa storia? Sa.. senatrice...chi amministra fa questo: cerca soluzioni, le migliori tra quelle possibili e se ne assume la responsabilità. Ebbene le vogliamo dire come questa amministrazione, come chi si è assunto la responsabilità di fare scelte e di farle nell'interesse della collettività, ha cercato di trovare una soluzione per lo stadio, magari potrà tornarle utile visto che “tenterà di mediare con il Ministero ma la situazione è molto compromessa”. Vogliamo quindi raccontarle una storia, intrigante e ricca di colpi di scena, che forse lei già conosce o, forse, ha contribuito a scrivere. Senza voler andare troppo lontano nel tempo vogliamo prendere quale data di partenza il 19 febbraio 2018, allora, infatti, il Comune di Crotone, in congruo anticipo rispetto alla scadenza del termine di efficacia dell’autorizzazione provvisoria concessa nel luglio del 2016, ha avviato il procedimento amministrativo per la proroga/nuova autorizzazione all’occupazione delle aree complementari allo Stadio Ezio Scida. Gli Uffici della Soprintendenza Regionale, ai quali pure la nota era formalmente indirizzata ed ai quali è certamente pervenuta a mezzo PEC, il 23 maggio 2018 hanno sorprendentemente asserito, nota a firma del del Dott. Mario Pagano, di disconoscere il documento, lamentando che “...alcuna formale richiesta di proroga è mai pervenuta alla scrivente Sovrintendenza...”. Lo avevamo anticipato... si tratta di una storia intrigante, di misteriose missive risucchiate dall'etere! Il Comune, pensi un pò, ha prontamente replicato dando così coerente e determinato impulso al procedimento amministrativo in corso. A quel punto, e qui la storia svolta verso il paradossale alla luce della conclusione (speriamo temporanea della vicenda), il Direttore Generale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Direzione Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, Dott.ssa Caterina Bon di Valsassina e Madrisio ha inoltrato in data 22 giugno 2018 la nota che si concludeva con il rilevo dell’ “...opportunità di organizzare un incontro tra le parti direttamente interessate...”. Il 26 giugno 2018 si è tenuto un incontro personale tra le parti coinvolte presso gli Uffici di Cosenza della Sovrintendenza, a conclusione del quale, si legge nel verbale “il Comune, la Società e la Soprintendenza convengono di procedere, congiuntamente, nel procedimento avviato con l’istanza presentata dal Comune in data 19.2.2018, per vederne definito l’esito prima del termine di scadenza previsto dalla precedente autorizzazione provvisoria. L’eventuale nuovo provvedimento definirà le condizioni per il conseguente monitoraggio continuo e le eventuali prescrizioni ritenute opportune dall’Ente preposto alla tutela anche in relazione alla realizzazione del nuovo impianto”. Appare chiaro a questo punto della storia, che le parti, cara senatrice stanno percorrendo la stesa strada: consentire di avere il tempo necessario, in virtù delle garanzie date dal Comune e della Società FC Crotone, di continuare ad usufruire dello Stadio Ezio Scida . Fino a questo punto, vorremmo fare umilmente notare alla Senatrice/Archeologa, mai la Sovrintendenza ha messo in discussione la credibilità dell’amministrazione comunale. Ma poi, improvvisamente ed inaspettatamente, la storia cambia, o la si fa cambiare! E così il 17 luglio arriva la comunicazione del Sovrintendente Dott. Pagano che diffida il Sindaco ad ottemperare allo smontaggio delle strutture provvisorie. Ebbene... cara senatrice/ archeologa a noi le storie piacciono, le storielle un pò meno! Cara senatrice/archeologa i problemi sono sotto gli occhi di tutti, elencarli quotidianamente può essere utile alla "propria causa" in campagna elettorale, ma oggi le diamo un'ulteriore notizia : la campagna elettorale è finita e lei è stata eletta, ed oggi è forza di governo, per cui il suo ruolo è quello di dare risposte, soprattutto alle tante problematiche del territorio, a cominciare dallo stadio. Ne prenda coscienza ed inizi ad interpretare questo ruolo! La storia e la cultura di questa città lo esigono, e la loro tutela non passa attraverso la "demolizione"! Le piaccia o no, deve iniziare a lavorare "per" e non "contro qulacuno", deve riconoscere democraticamente che questa città ha un'amministrazione ed un sindaco votati, proprio come lei cara senatrice. Non vogliamo contrapposizioni o sovrapposizioni istituzionali! Chi è stato democraticamente eletto è chiamato far parte di una squadra che gioca e suda per lo stesso obiettivo: le casacche dei "club" quando si è convocati per la ""nazionale" si depongono nel cassetto!!

Laboratorio Crotone


RispondiQuota
Marika1991
(@marika1991)
Membro popolare
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 898
20/07/2018 14:26  

.


RispondiQuota
Nando Parrado
(@nando-parrado)
Membro stimato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 329
20/07/2018 15:35  

Ho ascoltato l'intervista della Corrado.

Da prendere letteralmente a bastonate nei denti.

Mai sentito niente di simile in tutta la mia vita, ovvero mai udito un rappresentante del territorio scagliarsi contro la città in cui è stata eletta.

Davvero incomprensibile e inaccettabile. Se non si capisce l'importanza e la centralità che il calcio (unica nota positiva di questa città) riveste per quest'ultima e parte della Provincia, allora c'è un problema serio, molto serio.

 


RispondiQuota
PV2016
(@pv2016)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1223
20/07/2018 16:03  

Praticamente vuole che gli sia detto "avevi ragione", così poi si prodiga per una nuova proroga, dando praticamente ragione al Comune nei fatti.

Sconnessa dalla realtà: il comune ha avuto ragione fin'ora, e per forza di cose dovrà continuare ad avere ragione per il bene di tutti, giocando ancora per 2-5-10 anni allo Scida.

A me personalmente sembra scesa da un universo parallelo, e non ho manco capito di preciso cosa vuole ottenere.

Ma la mia impressione è che nel momento in cui il Ministero aprirà alla opportunità di una nuova proroga, allora lei diventerà un ostacolo e proverà a mettere nell'accordo paletti stringenti per mettere in difficoltà il Comune, dalle sue parole e dal suo tono trapela questo.


RispondiQuota
Kroton69
(@kroton69)
Membro in vista
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 45

RispondiQuota
StRaNo_KR
(@strano_kr)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1506
30/07/2018 21:29  

sta diventando una pagliacciata    http://www.ilcrotonese.it/stadio-subito-via-le-tribune-pagano-insiste-e-manda-i-carabinieri/

tutto questo è merito di comune e società che per 2 anni hanno dormito invece di darsi una mossa e iniziare i lavori dello stadio nuovo (sempre se lo vogliono fare seriamente sto stadio o è una presa per il culo) , con tutto sto tempo perso a quest'ora smontavano sta cazzo di tribuna e curva sistemavano gli spogliatoi vecchi e giocavamo con 9000 posti come abbiamo sempre fatto, punto e basta, questi bambini stanno giocano a chi c'è l'ha più lungo  ?  ? 


RispondiQuota
uncrotoniate
(@uncrotoniate)
Membro affezionato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 171
30/07/2018 21:38  

A Pagano lo hanno caricato proprio a molla. 

Chissà chi è stato. ??

Si va verso lo scontro.

Dai forza.

 


RispondiQuota
always1
(@always1)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1417
30/07/2018 21:43  

Ma noi nn facciamo nulla???

Ma veramente ci facciamo proprio scippare tutto?? 

Ma il prefetto esiste??


RispondiQuota
Giokro
(@giokro)
Membro stimato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 407
30/07/2018 21:48  
Pubblicato da: always1

Ma noi nn facciamo nulla???

Ma veramente ci facciamo proprio scippare tutto?? 

Ma il prefetto esiste??

Siamo da decenni.una città inerme,dove ognuno spera che l'altro faccia qualcosa

Di che parliamo?


RispondiQuota
StRaNo_KR
(@strano_kr)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1506
30/07/2018 21:51  
Pubblicato da: always1

Ma noi nn facciamo nulla???

Ma veramente ci facciamo proprio scippare tutto?? 

Ma il prefetto esiste??

si doveva fare qualcosa 2 anni fa come previsto nell'accordo, ma qualcuno ha voluto fare il furbo, non facendo un bel niente che tanto poi ci danno un'altra deroga.....

tutto sto casino si poteva evitare, perchè se ora ci stavano già progetti pronti e lavori iniziati, la deroga l'avrebbero data 

sto pagano può darsi che si sia puntato ed esagera, ma io la colpa non la do proprio a lui ma ad altri


RispondiQuota
PV2016
(@pv2016)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1223
31/07/2018 09:04  

A sto giro sento odore di grossissima figura marrone, vi rendete conto che fra 5 giorni si gioca, dicono in casa, e non ci sono ancora biglietti in vendita? E se arrivano le squadre e trovano chiuso? E se all'ultimo si chiede di invertire il campo ma si eccedono i termini per farlo? Ieri sera è stato ufficializzato che il Cosenza giocherà a Trapani per l'indisponibilità dello stadio, da noi silenzio totale, preoccupante o rassicurante?


RispondiQuota
andry
(@andry)
Nuovo membro
Data registrazione:2 mesi  fa
Post: 3
01/08/2018 14:27  
Pubblicato da: PV2016

A sto giro sento odore di grossissima figura marrone, vi rendete conto che fra 5 giorni si gioca, dicono in casa, e non ci sono ancora biglietti in vendita? E se arrivano le squadre e trovano chiuso? E se all'ultimo si chiede di invertire il campo ma si eccedono i termini per farlo? Ieri sera è stato ufficializzato che il Cosenza giocherà a Trapani per l'indisponibbilità dello stadio, da noi silenzio totale, preoccupante o rassicurante?

ufficiale si gioca a crotone, biglietti in vendita dalle 16

https://www.listicket.com/ticketing/acquisto/acquistoStep1/42596/CROTONE-vs-GIANA-ERMINIO--Coppa-Italia-2018-2019


RispondiQuota
Marika1991
(@marika1991)
Membro popolare
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 898
03/08/2018 09:32  

Stamane leggevo sul Crotonese che Giorgetti si sarebbe interessato alla questione stadio scontrandosi con la posizione intransigente del ministero dei beni culturali (5stelle ovviamente).

A LEGALIDAAAAAAAAAA'

Tanto vi dovevo.


RispondiQuota
Giokro
(@giokro)
Membro stimato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 407
03/08/2018 10:43  
Pubblicato da: Marika1991

Stamane leggevo sul Crotonese che Giorgetti si sarebbe interessato alla questione stadio scontrandosi con la posizione intransigente del ministero dei beni culturali (5stelle ovviamente).

A LEGALIDAAAAAAAAAA'

Tanto vi dovevo.

Confermo....sigh!!!?


RispondiQuota
StRaNo_KR
(@strano_kr)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1506
06/08/2018 22:55  
Ufficio Stampa Comune Crotone
Comunicato stampa

Oggi prendiamo atto di un fatto nuovo.
La città si ricompone e la coscienza comune si manifesta univoca su un evento che riguarda l’intera società civile.
Avviene per mano di una categoria professionale che ha un ruolo specifico nella circostanza.
E detiene potere, condividendo la conseguente responsabilità.
A scrivere sono i giornalisti.
E lo fanno all’unisono, con una Nota che porta in calce quarantuno firme.
Un’analisi franca, non senza autocritica eppure priva di divagazioni di parte.
Un atto di consapevolezza e senso civico.
Un monito ed una richiesta.
Un buon esempio.
L’invito a tutti coloro i quali hanno ruolo istituzionale e potere politico ad affrontare senza divisioni la questione dello Stadio Ezio Scida, del nuovo impianto e del percorso che deve compiersi tra i due.
La richiesta è netta e la mia Amministrazione la riceve immediatamente, per darvi seguito senza esitazioni.
Condivido personalmente l’invocazione ad essere tutti responsabili, tutti e nessuno escluso.
Oggi accolgo quel suggerimento e promuovo io stesso la riunione di un tavolo a cui mi aspetto che seggano tutti i soggetti che devono tutelare gli interessi delle donne e degli uomini di Crotone.
Invito le parlamentari crotonesi neo-elette, Sen. Margherita Corrado ed On. Elisabetta Barbuto.
La Consigliera Regionale, On. Flora Sculco.
Il Soprintendente alle Belle Arti, Dott. Mario Pagano e qualsiasi altro rappresentante del Ministero.
Il Presidente della FC Crotone srl, Gianni Vrenna.
I rappresentanti del tifo crotonese ed i sostenitori storici della squadra di calcio.
I rappresentanti del Consiglio Comunale.
Io sarò presente con l’intera Giunta Comunale.
La riunione sarà ospitata il 10 agosto 2018, alle 11:00 nella sala consiliare della Casa Comunale.
E invito ad essere presenti tutti i 41 sottoscrittori della Nota cui rispondo.
Potranno testimoniare di persona lo sforzo che mi auguro tutti compiranno per applicare alla soluzione della vicenda il buon senso e l’attenzione per gli interessi della collettività.
E confido che la prossima volta potranno scrivere di come il problema è stato risolto.
Aspetto le adesioni di tutti.
Il Sindaco
Ugo Pugliese

 

PS: Questa missiva deve intendersi come invito formale ed istituzionale ai soggetti cui è destinata


RispondiQuota
crisante
(@crisante)
Membro certificato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 76
07/08/2018 10:19  

mbe! praticamente è tutti contro uno!

ma se uno non verrà che faranno tutti?

facessero le persone serie. tanto mi pare che la lega ha chiarito la situazione.

il crotone si fa la serie B. il campo ce l'ha.

e si su omin chi deve faccia un passo avanti.


RispondiQuota
kroton82
(@kroton82)
Membro affezionato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 248
07/08/2018 11:42  

Cristante non è vero che il campo ce l'ha.

La Sopraintendenza chiede di togliere subito le nuove strutture, e al di sotto della nuova tribuna ci sono spogliatoi e sala stampa.

Si tratterebbe di costruirli altrove e sappiamo bene che tempistiche potrebbero esserci


RispondiQuota
StRaNo_KR
(@strano_kr)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1506
07/08/2018 17:53  

c'è Sgarbi in visita all'ezio scida......ora nu chiudono du tuttu  ?  ? 


RispondiQuota
Pagina 2 / 3 Indietro Avanti
Share:

  
Caricamento in corso

Per favore Login o Registrati