Benvenuto nella community di crotonecalcio.com

 

Stadio Ezio Scida " Pagano: tribuna e curva vanno smontate "  

Pagina 2 / 2 Indietro
  RSS

StRaNo_KR
(@strano_kr)
Membro famoso
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 1320
26/06/2018 17:45  
 
 
Ufficio Stampa Comune Crotone
 
Comunicato stampa

Incontro con la Soprintendenza sull'Ezio Scida ed il nuovo stadio

Si è tenuto questa mattina a Cosenza l'incontro tra Comune, Società F.C. Crotone e Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio che aveva come oggetto lo stadio Ezio Scida ed il nuovo impianto sportivo che Comune e Società intendono realizzare.
All'incontro con il dott. Mariano Bianchi della Soprintendenza hanno partecipato il sindaco Ugo Pugliese, l'assessore all'Urbanistica SalvatoreDe Luca, l'assessore allo Sport Giuseppe Frisenda ed il presidente del F.C. Crotone Gianni Vrenna.
Un incontro che segna un dialogo importante tra le parti durante il quale sono state esplicitate le proposte che l'amministrazione Comunale e l'F.C. Crotone mettono in campo per la realizzazione della nuova struttura, per la quale Comune e società sportiva stanno lavorando da tempo.
Nel corso dell'incontro è stata evidenziata la volontà specifica di realizzare un nuovo stadio destinato ad ospitare le gare casalinghe della squadra che si pone come modello anche per rilanciare l'intera area dove sarà ospitato ed allo stesso tempo base per ottenere la proroga della concessione attualmente in essere per l'utilizzo dello stadio Ezio Scida nelle more della realizzazione del nuovo impianto
Gli incontri proseguiranno nei prossimi giorni ai massimi livelli istituzionali.
“Stiamo facendo il massimo, in sinergia con la società F.C. Crotone e con tutte le realtà istituzionali del territorio, per consentire alla città di avere uno stadio moderno ed ospitale ed allo stesso tempo per garantire il futuro immediato del prossimo campionato della nostra squadra come auspicano tutti i calorosi sportivi crotonesi e l'intera comunità cittadina. Nella Soprintendenza abbiamo trovato un interlocutore attento” ha dichiarato il sindaco Pugliese al termine dell'incontro.


RispondiQuota
Peppino Scandale
(@peppino-scandale)
Membro stimato
Data registrazione:2 anni  fa
Post: 379
18/07/2018 20:18  

Da CN24 18/07/2018

Nulla di fatto. La Sovrintendenza dice ancora no alla eventualità di poter giocare all’Ezio Scida. Nero su bianco è arrivata la comunicazione alle parti interessate, in questo caso il Comune ma anche la Procura di Crotone, contenente il nuovo niet di Mario Pagano, in pratica una diffida a procedere allo smantellamento.

Nei giorni scorsi, dopo l’incontro tra la stessa Sovrintendenza, l’Amministrazione e la società pitagorica, pareva essersi aperto uno spiraglio ottimistico, quello cioè di una nuova autorizzazione di tre anni all’utilizzo dell’impianto e dei relativi ampliamenti di tribuna e curva sud, sebbene categoricamente vincolata alla progettazione e realizzazione, durante lo stesso periodo, di un nuovo stadio (LEGGI).

Una eventualità in cui tutti speravano. Oggi invece, il Mibact “boccia” questa possibilità creando non pochi problemi, soprattutto allFc Crotone al momento appesa alla sentenza che potrebbe punire pesantemente il ChievoVerona e riammettere i pitagorici in Serie A (LEGGI).

Una riammissione - che qualora confermata - aumenterebbe ancor più i disagi per la squadra del presidente Vrenna, che si potrebbe probabilmente vedere costretta a disputare il prossimo campionato (in massima serie, ma a questo punto anche in Serie B) lontana da casa.

Era già successo due anni fa, dopo la promozione, e per alcune giornate: ma questa volta si suppone che i mesi di “separazione” potrebbero essere molti di più.

Intanto, proprio oggi scade l’autorizzazione provvisoria all’utilizzo dell’Ezio Scida, sulla cui richiesta di "proroga" avanzata dal Comune la Sovrintendenza si era già espressa a giugno, con un primo rifiuto motivato (LEGGI).

L’autorizzazione del 19 luglio 2016, va ricordato, fu infatti “condizionata” a delle precise prescrizioni: un cronoprogramma vincolante e sottoscritto dall’ente e dalla società calcistica in cui ci si impegnava, pena la revoca della “concessione”, ad un programma per la realizzazione di un nuovo stadio; alla demolizione del vecchio con la conseguente liberazione di tutte le aree vincolare e alla riqualificazione urbana della zona, comprese delle campagne di scavo archeologico.

Ma nulla di tutto ciò - in un lasso di tempo congruo di ben due anni, e ormai trascorsi - è stato fatto tanto dal Comune quanto dall’Fc Crotone, ognuno per le proprie competenze e responsabilità: a questo punto paritarie.

Da quanto appreso ancora in queste ore la società starebbe procedendo alla realizzazione di un piano di fattibilità per il nuovo impianto, propedeutico alla successiva progettazione.

Troppo tardi! Da domani ed in pratica, l’ampliamento dello stadio - che ha interessato la Tribuna Coperta con annessi servizi e spogliatoi, e la Curva Sud (la casa dei supporters rossoblù) - va smontato, così come era previsto, così come d’altronde ci si era impegnati a fare.

E l’Ezio Scida, dalla mezzanotte e un minuto di questo 18 luglio, potrà definirsi “abusivo”: il che potrebbe significare non solo che gli spalti ma anche le annesse strutture di servizio sottostanti, sarebbero


RispondiQuota
Pagina 2 / 2 Indietro
Share:

  
Caricamento in corso

Per favore Login o Registrati