Benvenuto nella community di crotonecalcio.com

 

ciao mister Nicola. chi sarà il prossimo mister?  

  RSS

Mugiwara86
Membro in vista
Data registrazione:1 anno  fa
Post: 31
06/12/2017 13:52  

Doveroso il saluto sia all'uomo che al mister, abbiamo conosciuto entrambi e che ci siano piaciuti o meno ci hanno accompagnato in questo primo storico traguardo che è la serie A.

Fatto questo bisogna andare avanti, il Crotone non è un mister o un giocatore, chi sarà il prossimo a sedersi in quella che potrebbe essere una patata bollente.

si vocifera di Drago, io preferirei un mister con un minimo di esperienza in serie A.


RispondiQuota
Armando
Amministratore Admin
Data registrazione:1 anno  fa
Post: 188
06/12/2017 14:18  

Il Football Club Crotone comunica che il tecnico Davide Nicola ha presentato, in data odierna, le sue dimissioni da allenatore della prima squadra. Insieme al tecnico piemontese, hanno rassegnato le dimissioni i componenti del suo staff: l’allenatore in seconda Manuele Cacicia, il preparatore atletico Gabriele Stoppino e il collaboratore tecnico Rossano Berti.
La Società ringrazia il tecnico e il suo staff per il lavoro svolto e augura loro le migliori fortune in campo professionale ed umano.

L’allenamento di oggi pomeriggio verrà condotto da Antonio Macrì, Ivan Moschella e Elmiro Trombino.


RispondiQuota
StRaNo_KR
Membro popolare
Data registrazione:1 anno  fa
Post: 810
06/12/2017 15:07  

grazie per la salvezza (arrivata anche grazie ad altri fattori per fortuna 🙂 ) ma ora ripartiamo, perchè il crotone non è finito il calcio non è finito, come sembra invece sentendo in giro 

 

si parla di Di Carlo in pole, Drago al momento non è stato nemmeno contattato 


RispondiQuota
crisante
Membro certificato
Data registrazione:1 anno  fa
Post: 60
07/12/2017 09:31  

vorrei  anch'io salutare  e dire qualcosa su nicola.

parto dalla fine e dalla più banale....... un saluto e un ringraziamento sincero per il lavoro fatto.

lo ringrazio perchè, scusatemi, ma io non riesco a scindere l'aspetto umano da quello professionale. per me si condizionano vicendevolmente.

ha accettato 'l'anno scorso di misurarsi in serie a confrontandosi con veri e propri colossi del calcio professionistico.

ha accettato la sfida sapendo bene che sarebbe stata un'impresa eroica al limite dell'impossibile sfidare quelle squadre con una squadra e una società che ha fatto della "sobrietà" nella gestione il suo stile di vita.

stile che l'ha portata ad essere un esempio per tutti nel professionismo.

nicola l'ha affrontata con impegno e serietà. e se da una parte va riconosciuto alla società crotone la tenacia  nel sostegno incondizionato (in qualunque altro luogo sarebbe stato cacciato a calci in culo già a dicembre), bisogna così riconoscere a lui l'aver saputo tenere viva la speranza nei nostri rossoblu.

ha accettato e vinto una sfida che noi sappiamo bene non è facile per nessuno alle nostre latitudini, per mezzi e condizioni ambientali.

ha saputo resistere alle pressioni della piazza (peraltro giustificate) difendendosi e difendendo la squadra da ogni attacco.

ha portato alla salvezza e alla permanenza in serie a i nostri che detto tra noi, non era certo tra le papabili vita la formazione. lui ha saputo tirare fuori da ognuno il massimo e se c'era qualcuno non all'altezza questo ero io e qualche altro tifoso incerto.

ecco perchè per me l'aspetto umano viene prima di quello tecnico.

nicola ha avuto il merito di imporsi e di fornire a tutti noi, squadra compresa, gli strumenti umani e morali per coprire le evidenti lacune tecniche esistenti.

temo che non sarà facile per nessuno emulare i risultati ottenuti da nicola ma naturalmente lo spero sinceramente perchè comunque il crotone rimane.

però ho pensato fosse giusto riconoscere a nicola quello che merita. la sua umiltà tecnica e tattica ci ha nobilitato.

grazie nicola


RispondiQuota
stiamo calmi
Membro certificato
Data registrazione:1 anno  fa
Post: 57
07/12/2017 09:43  
Pubblicato da: crisante

vorrei  anch'io salutare  e dire qualcosa su nicola.

parto dalla fine e dalla più banale....... un saluto e un ringraziamento sincero per il lavoro fatto.

lo ringrazio perchè, scusatemi, ma io non riesco a scindere l'aspetto umano da quello professionale. per me si condizionano vicendevolmente.

ha accettato 'l'anno scorso di misurarsi in serie a confrontandosi con veri e propri colossi del calcio professionistico.

ha accettato la sfida sapendo bene che sarebbe stata un'impresa eroica al limite dell'impossibile sfidare quelle squadre con una squadra e una società che ha fatto della "sobrietà" nella gestione il suo stile di vita.

stile che l'ha portata ad essere un esempio per tutti nel professionismo.

nicola l'ha affrontata con impegno e serietà. e se da una parte va riconosciuto alla società crotone la tenacia  nel sostegno incondizionato (in qualunque altro luogo sarebbe stato cacciato a calci in culo già a dicembre), bisogna così riconoscere a lui l'aver saputo tenere viva la speranza nei nostri rossoblu.

ha accettato e vinto una sfida che noi sappiamo bene non è facile per nessuno alle nostre latitudini, per mezzi e condizioni ambientali.

ha saputo resistere alle pressioni della piazza (peraltro giustificate) difendendosi e difendendo la squadra da ogni attacco.

ha portato alla salvezza e alla permanenza in serie a i nostri che detto tra noi, non era certo tra le papabili vita la formazione. lui ha saputo tirare fuori da ognuno il massimo e se c'era qualcuno non all'altezza questo ero io e qualche altro tifoso incerto.

ecco perchè per me l'aspetto umano viene prima di quello tecnico.

nicola ha avuto il merito di imporsi e di fornire a tutti noi, squadra compresa, gli strumenti umani e morali per coprire le evidenti lacune tecniche esistenti.

temo che non sarà facile per nessuno emulare i risultati ottenuti da nicola ma naturalmente lo spero sinceramente perchè comunque il crotone rimane.

però ho pensato fosse giusto riconoscere a nicola quello che merita. la sua umiltà tecnica e tattica ci ha nobilitato.

grazie nicola

Ok ha accettato Crotone, bravissimo anche se mi risulta che non era cercato da nessun’altro ...era a spasso 😂


A Italiano Medios piace
RispondiQuota
Kroton69
Nuovo membro
Data registrazione:1 anno  fa
Post: 3
08/12/2017 17:54  

Io credo che ha calcolato tutto, come si suol dire “ha visto i cazzi mal piati e si n’ha iutu” , ha voluto abbandonare da vincente...tanto dopo l’impresa fatta nella passata stagione è diventato famoso...se fosse rimasto fino alla retrocessione (io credo proprio che con questa squadra sarà inevitabile) nessuno l’amno Prossimo l’avrebbe più calcolato, penso anche che avrebbe voluto lasciare gia’ a fine campionato passato , ma essendo riconoscente ai Vrenna per non averlo esonerato l’amno scorso è rimasto. Io la penso così .


RispondiQuota
Italiano Medios
Membro popolare
Data registrazione:1 anno  fa
Post: 768
09/12/2017 01:42  

crisà, la tua idea dell'ideale mi ha sempre affascinato.

cominciamo dal punto 1)

MA LO SAPETE COS'E' LA SERIE A?

ora ti dico questo: c'è gente CHE PAGA per allenare nei dilettanti.

PAGA.

e PAGA anche per allenare in lega pro.

oltre non vado, perché mi viene da ridere.

 

ti parlo di braglia... o di auteri... sti poveretti per allenare in SERIE B (B!!!) sono anni che fanno di tutto, e nonostante il loro curriculum se la sognano.

ti parlo di liverani.

l'anno scorso ha fatto un MIRACOLO (chiru è nu miracolo daver!) a terni... oggi sta a lecce ed è primo dopo 10 anni che il lecce non riesce ad andare oltre i play-off.

 

MA VOI LO SAPETE COS'E' LA SERIE A?

S
E
R
I
E

A

cioé quello, non ha creduto ai suoi occhi.

poverino, ha accettato di andare in africa.

 

ma questo, da quando è venuto, fin dal primo istante, è andato soltanto COSTRUENDOSI l'immagine di chi, SE PERDE... capirai, e cosa volevi, vincere?

ma... SE VINCE... è un GENIO DEL CALCIO.

 

ahahhahaahah, nnaggia a tutto, mannaggia.

non mi fate parlare come marika per piacere.

 

ora andiamo al punto 2)

la filosofia del pallone.

ha difeso, ha costruito, il morale blàblàblàblà.

 

ma quando vogliamo renderci conto che il pallone sono i 100 minuti di prato verde?

ma quando ci convinciamo che le chiacchiere funzionano a holly&benji che patti dice che deve essere gollo e la palla finisce in rete?

 

vinciamo contro il chievo, vinciamo contro l'inter e tutto viene naturale.

contro il chievo è stato il solito scempio, però falcinelli si è inventato il gollo e ciao.

contro l'internazionale le motivazioni sono arrivate da sole, perché è un sogno giocarci contro e oramai non c'era più niente da difendere.
falcinelli rifà il fenomeno, l'empoli inizia il suicidio... e cosa credi che possa accadere... che i calciatori si ritirino dalla lotta dopo aver fatto 6 punti così?

ma la si vuole finire di creare sto mito che non esiste?
tutte ste robe non s'interfacciano con la combinazione vista l'anno scorso, ma col romanzo romantico che si vuole forzatamente fare di una partita di calcio dopo l'altra.

è stata tutta fuffa, e chi ha memoria VERA, ricorda bene com'è andata... se vuole farlo.

la storia che racconti puoi collegarla al crotone di moriero... dove veramente l'allenatore ha fatto qualcosa di straordinario.

Edited: 1 settimana  fa

RispondiQuota
UomoRagnoRB
Nuovo membro
Data registrazione:1 settimana  fa
Post: 2
09/12/2017 10:17  

Salve vi leggo da un bel po e ho finalmente deciso deciso di iniziare a scrivere.Ci tenevo a dire grazie a mister Nicola che nonostante non ci ha mai deliziato col bel gioco ha dato comunque un contributo importante per la salvezza e non ammetterlo è davvero ridicolo e senza rispetto.A Italiano medio volevo dire che sembra proprio che non aspettavi altro per poter riprendere a buttare fango su quest'allenatore. E oltre questo, vabbe che puoi pensarla come vuoi ma non capisco perchè devi per forza convincere gli altri a pensarla come te. Ma uno sarà libero di ringraziare chi vuole o di non odiare una persona o deve per forza fare come dici tu? Che palle dai basta.


RispondiQuota
Armando
Amministratore Admin
Data registrazione:1 anno  fa
Post: 188
09/12/2017 19:13  

Il saluto di Nicola.

 

https://www.facebook.com/DavideNicolaOfficial/videos/1771093323193892/

 

 


RispondiQuota
crisante
Membro certificato
Data registrazione:1 anno  fa
Post: 60
11/12/2017 08:58  

e no Andre.........

a pallone ce ne sono molti che sanno giocare ma alla fine vince uno solo.

e tu che sei un professionista del commento pallonaro lo sai meglio di me, che non vince sempre il migliore ma guarda un po proprio quello che ha virtù superiori.

e si perchè sennò vincerebbe sempre la giuve o il barcellona o il parisangermen.

poi spesso la forza interiore viaggia insieme alla qualità tecnica ma questa è un'altra storia.

con questo non voglio sostenere che i nostri erano una manica di seghe, ma ti confermo quanto ho sostenuto.

nicola davide ha tirato il meglio dai nostri, cosa che non è sempre scontata.

viva nicola ........ viva andrea.  


RispondiQuota
  
Caricamento in corso

Per favore Login o Registrati