Crotone – Chievo V. 2-0: ci siamo anche noi

Foto 11

Brucerà molto al Presidente del Chievo Verona Campedelli questa sconfitta. Per tanti motivi; per il risultato in sé, perché il Crotone prima di oggi non aveva mai vinto in Serie A, perché il suo Chievo stava vivendo un buon momento, 15 punti e 8° posto in classifica prima di oggi, ma soprattutto perché il Chievo ormai non più dei miracoli, non ha mai avuto e forse non avrà mai il calore casalingo di uno Scida. Perchè giriamola come vogliamo, lo stadio Ezio Scida è mancato moltissimo al Crotone, ed oggi lo si è visto quando il Crotone ha sofferto il pressing dei veneti, a con il cosiddetto dodicesimo uomo, è riuscito a stringere i denti e gli spazi e portare a casa il bottino pieno, che altre volte era sfuggito ad una manciata di secondi dalla fine.

Foto 8

Crotone Chievo V. 2-0: rigore di Trotta

Quello che compie Nicola oggi è un vero capolavoro tattico; confermato senza il minimo cambio la formazione che ha fermato la Fiorentina 4 giorni fa, il tecnico rossoblù ha imbrigliato ogni fonte di gioco della squadra di Maran, raddoppiato sulle seconde palle e sopratutto ha saputo adattare la squadra in corsa, mentre viveva il momento di meno lucidità di tutta la partita.

Il Crotone parte fortissimo e va già in gol dopo un minuto e mezzo, ma Trotta è pescato in fuorigioco, quindi rete non valida. Il Chievo fa capire che non starà a guardare e va vicino alla rete con Birsa, ma Cordaz si fa trovare pronto. Poi sono i rossoblù per tutta la prima frazione di gioco a tenere meglio il campo ed avere maggiore predominio, impegnando Sorrentino in un’altra splendida parata. Nicola perde Stojan dopo pochi minuti, ed al suo posto decide sorprendentemente Nalini anziché Palladino, mai decisione fu più azzeccata. Ma quando Parietto ha già il fischietto in bocca per mandare le squadre al riposo, Mesbah si incunea in area e si procura un rigore che Trotta decide fortemente di batterlo; e fa bene, perché la battuta dagli undici metri non da scampo a Sorrentino.

Nella ripresa Maran rinforza l’artiglieria pesante, mettendo in campo Pellissier e Parigini, ma è il Crotone ad avere almeno 4 palle gol per raddoppiare, le più nitide di Nalini che con un destra a giro impegna Sorrentino nella parata più bella della giornata e poi ancora l’estremo difensore gialloblù è un gatto quando evita di capitolare ancora per ben tre volte in un minuto, prima su punizione di Barberis mette in angolo, poi dalla bandierina sventa due volte un tiro di Falcinelli e Trotta, due autentici miracoli.

Foto 10

Crotone Chievo V. 2-0 – Raddoppio di Falcinelli

Il Chievo tenta il tutto per tutto, riversandosi in avanti, ma lasciando praterie in difesa che il Crotone non riesce a sfruttare. Ma nel secondo minuto di recupero, Sampirisi entrato al posto Trotta, ruba il pallone a Hetemaj entra in area e serve Falcinelli che appoggia in rete il gol che regala la certezza della prima vittoria del Crotone in serie A, ma sopratutto la certezza che i rossoblù fanno parte di questo campionato, di essere vivi e combattenti in piena corsa per la salvezza, pur sempre considerata un miracolo.

 

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.